Danze esotiche

Con l’affermarsi delle band elettriche e dei ritmi internazionali, i locali notturni taorminesi iniziarono a riservare alcune serate alle esibizioni di danzatori esotici, che allestivano spettacoli di grande emozione e sensualità. Eseguendo con maestria le tradizionali danze dei loro paesi, molte furono le compagnie caraibiche e africane che con le loro coreografie ammaliarono il pubblico. Oggi si può godere di questi spettacoli solo nei grandi teatri o alla televisione. In questa foto vediamo una compagnia di ballerini cubani che si esibisce eseguendo ritmi tradizionali, spaziando dal guaracha, alla canciòn, al cuban jazz, accompagnati da un’orchestra che ha come protagoniste le percussioni ovvero batteria, congas, bongos e timbales, ornate con i variopinti colori della loro terra, a loro volta riecheggianti quelli dell’antica madre Africa. I ballerini infatti s’ispiravano alla tradizione dei loro avi, che in catene erano arrivati in quelle isole caraibiche da schiavi e attraverso il martellare cadenzato delle percussioni, creavano una trance ipnotica pagana e religiosa allo stesso tempo. In questa foto, sul terrazzo de La Giara, gli spettatori assistevano rapiti a questi particolari spettacoli, pieni di suoni e balli tipici appartenenti a mondi così lontani e diversi dalla loro realtà. Corpi sinuosi con il ritmo nelle vene che scatenavano ammirazione per la bravura e il fascino emanato. La straordinaria bellezza degli interpreti faceva sì che lo spettacolo fosse di alto spessore estetico e culturale, niente a che vedere con le banalità finto folk-etnico cui spesso oggi siamo costretti ad assistere.

Dati in registro

Registro
01
Busta
446
Negativo
19.480
Anno
agosto 1957

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*