Tripudio di fiori

Tripudio di fiori

A La Giara, serata Mi-Carême en fleur appuntamento annuale che apriva la bella stagione del titolato night club. Una serata a cui nessuno voleva mancare e dove l’eleganza dettava legge. All’ingresso del night, spicca l’antica giara ellenico-romana, simbolo del locale stesso. Qui vediamo tre rappresentanti del gentil sesso ognuna indossando una mise diversa ed interpretando i diversi stili che imperavano in quegli anni. A destra, la signora Ilde Winkler sfoggia un elegante camicione messianico a maniche svasate pre-beat, pettinatura pop, lunghi orecchini e scarpe dorate orientaleggianti in stile “mille e una notte”. Al centro, un’attraente signora indossa un abito che ricorda la bella Annie Girardot in Rocco e i suoi fratelli e la signora Berta Ugolotti, attrice di prosa, in un raffinato abito, creazione del sarto Isaia. Dietro loro, notiamo le decorazioni floreali del Mi-Carême en fleur, tema della serata. I più giovani, sottraevano gli smoking ai papà, facendo di tutto per partecipare a quella magica serata, pronti ad affrontare un inflessibile Egisto Scimone (il proprietario del night) e riuscendo ad introdursi furtivamente mentre egli accoglieva le comitive d’elite. La via era aperta, anche loro partecipavano così all’incanto della serata e poter raccontare poi agli invidiosi assenti, che spettacolari nottate avevano vissuto come fossero conclamati viveur. Oggi questi eventi sono impostati con tutt’altre connotazioni ed i giovani leoni taorminesi tra discoteche pomeridiane, serali e rave infernali non potrebbero mai provare quel brivido “trasgressivo” di quell’epoca che oggi farebbe sorridere per genuinità e semplicità. Oggi purtroppo, è tutta un’altra storia…

Archivio

Registro
03
Busta
008
Negativo
2.420
Anno
marzo 1967

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*