Un gioiello di via Pirandello

Un gioiello di via Pirandello

Da porta Messina sino a capo Taormina si estende, tra tornanti che tagliano una lussureggiante vegetazione e si affacciano sul blu cobalto della baia, la via Luigi Pirandello. Lungo questa antica strada che era il collegamento principale di Taormina con l’esterno, sorgevano sin dai primi del ‘900 numerose maison destinate all’ospitalità alberghiera quali: Villa Astoria (in attività ancora oggi), Villa S. Giorgio (trasformata poi nell’hotel San Pietro), l’hotel La Pensione Svizzera (che esercita ancor oggi) e Villa Sirena (che vediamo nella foto), situata proprio di fronte al terminal bus.
Con sobria eleganza, l’antica pensione ricca di charme, la cui parte posteriore si affaccia sulla via Guardiola Vecchia e su di una spettacolare vista mare, è circondata da un delizioso giardino famoso per il suo roseto che dai primi giorni primaverili arricchisce di colori sgargianti la struttura mitteleuropea. Nei giorni di maggiore schiarita, dove l’aria diventa limpida e rarefatta, la vista che si gode sulla costa del messinese ed il delinearsi netto della Calabria, lascia allo spettatore una sensazione da togliere il fiato.
Villa Sirena, che da parecchi anni ha chiuso i battenti, in passato fu di proprietà del signor Mario Andò, che vive tra Taormina e l’Inghilterra. Oggi, è stata acquistata dal noto make-up artist Diego Dalla Palma, che ne farà la sua abitazione privata essendo anch’egli, da parecchio tempo, un amante di Taormina.
Di norma i gioielli s’indossano ma a volte, in angoli paradisiaci come Taormina può vantarsi di essere, ci si trova ospiti o proprietari di gioielli come questo, dimora da sogno in un luogo da sogno.

Archivio

Registro
01
Busta
671
Negativo
46.020
Anno
aprile 1962

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*